Il Tribunale di Pordenone, con una interessante sentenza emessa il 02/05/2019, ha dichiarato che anche l’agente di riscossione, in assenza di una sentenza definitiva che abbia accertato con valore di giudicato il credito contributivo, è sottoposto al termine quinquennale di prescrizione previsto dalla disciplina specifica di cui all’art. 3 della Legge 8/8/1995 n. 335.