Con provvedimento del 04/03/2020 il Tribunale di Napoli ha affermato che il datore di lavoro, qualora il lavoratore trasferito contesti giudizialmente l’avvenuto trasferimento, deve indicare e provare puntualmente le specifiche ragioni tecniche, organizzative e produttive della propria scelta datoriale.

Il Tribunale partenopeo ha infatti chiarito che, pur non essendo obligato il datore di lavoro, prima della causa, nè ad indicare nel provvedimento di trasferimento le motivazioni dello stesso nè a rispondere al lavoratore che le richieda, sussiste invece per il datore di datore di lavoro, in corso di causa, un vero e proprio obbligo giuridico di allegare e provare le  precise ragioni che hanno determinato il trasferimento.